allergia nichel, intolleranza nichel, intolleranza al nichel, nichel

Dottor Marco Murgia

Allergia al nichel: quali alimenti evitare

Cos’è il nichel?

È un metallo onnipresente che si trova nel suolo, nell’acqua, nell’aria e nella biosfera. 

Nell’industria è prevalentemente utilizzato per le creazione di pentole da cucina ma è presente anche negli organismi viventi, infatti sia i vegetali che gli animali assumono il loro nutrimento dal suolo e dall’acqua, dove questo metallo è ampiamente presente.

Il contenuto di nickel nel suolo e nell’acqua è molto variabile!

 Cambia in base a:

  • Paese in cui ci troviamo
  • Tipo di terreno
  • Impiego di fertilizzanti sintetici e pesticidi
  • Contaminazione del suolo con rifiuti industriali e urbani
  • Distanza dalle fonderie di nichel
  • Stagione: aumento di nichel in primavera e autunno e un dimezzamento durante l’estate. 

In quali alimenti si trova?

In quasi tutti gli alimenti in concentrazione estremamente variabile! Ma..

I prodotti vegetali hanno un contenuto di nickel decisamente superiore rispetto ai prodotti alimentari di derivazione animale e tra questi l’uovo è quello a più alto contenuto.

Addirittura l’uso in cucina di pentole in acciaio inossidabile e l’utilizzo delle prime acque di rubinetto della mattina, in particolare se si tratta di acqua calda possono rendere ancora più variabile il contenuto di nichel negli alimenti.

Come riconoscere quindi gli alimenti pericolosi?

Non è definita una concentrazione soglia in mg/Kg rispetto alla quale un alimento possa essere definito “ad alto contenuto” ma soglie diverse sono utilizzate da istituzioni o autori diversi. 

  • Contenuto superiore a 0,5 mg/Kg della Swedish Food Administration 
  • Contenuto superiore a  0,03 mg/Kg di un importante studio scientifico del 2006.

 

È quindi difficile stilare una lista di alimenti da evitare!

 

La comunità scientifica si trova però d’accordo su alcuni alimenti che sono sempre considerati pericolosi per chi presenta un’allergia al nichel.

  • Cacao e cioccolato 
  • Fagioli, lenticchie, piselli e soia
  • Arachidi, noci e nocciole
  • Avena e frumento intero (e relative farine)
  • Cibi inscatolati e bevande in lattina

 

In base alla tolleranza:

  • Pomodori, cipolle e aglio
  • Verdure a foglia verde e funghi
  • Patate, broccoli e spinaci
  • Tè e caffè
  • Vino e birra

Quindi come si devono comportare le persone allergiche al nichel?

  • Evitare il contatto con oggetti come anelli, collane, bracciali, orecchini contenenti nichel.
  • Sicuramente ridurre il consumo degli alimenti che mettono d’accordo tutta la letteratura scientifica sul loro alto contenuto di nichel.
  • Utilizzare delle pentole nichel free.
  • Smettere di fumare in quanto molti sintomi riferibili al cibo possono essere invece imputabili al tabacco.
  • Valutare insieme al proprio nutrizionista quali altri alimenti possono essere esclusi dalla dieta in base alla tolleranza personale.

Condividi questo articolo

Categorie Articoli

Ricevi gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

NEWSLETTER

Se hai trovato interessanti questi contenuti
e vuoi migliorare il tuo stato di forma generale

Compila il form contatti
e richiedi informazioni oppure una consulenza