CELLULITE
(P.E.F.S.)

CELLULITE
MOLTO BUSINESS MA POCA CONOSCENZA

E’ di certo l’inestetismo più odiato dalle donne e anche il più redditizio per i venditori di false speranze,  milioni di euro ogni anno in tutto il mondo vengono spesi da donne di tutte le età per cercare di “sconfiggerla”. 

Bisogna fare molta chiarezza su una problematica veramente complessa,  che ha molteplici cause e fattori predisponenti,  che si caratterizza per una evoluzione temporale. 

SI FA PRESTO A CHIAMARLA
CELLULITE

Innanzitutto anche il termine “cellulite” non aiuta a fare chiarezza in quanto il suffisso “ite” presuppone un processo infiammatorio,  che si caratterizza per la presenza di arrossamento,  calore e dolore della parte coinvolta.  

Tantissime donne,  potranno osservare che la zona si presenta invece molto piu’ fredda, non arrossata e neppure dolente. 

Per questo motivo sarebbe più corretto il termine “cellulosi”, cioè un processo degenerativo caratterizzato da una quasi assente circolazione e ossigenazione del tessuto che spesso è rappresentativa si una fase successiva a quella infiammatoria, anche se infiammazione e processo degenerativo sono parte dello stesso problema.

La cellulosi è un processo degenerativo che porta ad un deficit
circolatorio nel tessuto

TRATTAMENTI ESTETICI E CREME
NON RISOLVONO IL PROBLEMA

Non sara’ di certo il solo allenamento ,  trattamento estetico o ancora meno delle creme a risolvere una problematica complessa che si manifesta visivamente in maniera differente,   e che ha una evoluzione temporale che in termini puramente didattico descrittivi,  viene distinta in fasi.

P.E.F.S.
PANNICULOPATIA
EDEMO-FIBRO-SCLEROTICA

Il termine scientifico Pefs ,  intende descrivere una evoluzione che interessa il pannìcolo adiposo,  formazione di edema interstiziale che porta a formazione di noduli fibrotici del connettivo,  ed infine a sclerosi di tutto il tessuto fino agli strati superficiali della cute.  

Fondamentale sarebbe analizzare quale sia la situazione nel momento che si decide di affrontare il problema,  perché troppo spesso fasi evolutive diverse vengono affrontate allo stesso modo.

SOVRAPPESO POSSIBILE CAUSA
MA NON SOLO

Le donne in sovrappeso sono più predisposte ad avere questo problema,  perchè l’aumento di volume degli adipociti con conseguente ipossia è esso stesso una delle possibili cause,  ma non è sempre così,  altrimenti in donne normopeso o addirittura sottopeso non si evidenzierebbe.

LE TANTE FACCE
DELLO STESSO PROBLEMA

Il problema Pefs puo’ presentarsi visivamente in maniera differente:

1 – Presenza di edema diffuso,  ma senza mostrare noduli fibrotici o sclerosi dei tessuti

2 – Presenza solo delle classiche coulotte de cheval

3 – Presenza di fastidiosi “buchetti” a livello del ginocchio senza situazioni particolari sui glutei

4 – Importante edema visibile solo posteriormente ma che non interessa la parte anteriore della coscia

5 – presenza di vere e proprie patologie di difficile diagnosi,  specialmente nelle fasi iniziali come il Lipedema.

NUTRIZIONE, ALLENAMENTO
E RESPIRAZIONE

In questa situazione complessa, non si possono commettere errori, bisogna avere un approccio sistemico al problema, pianificando al meglio la nutrizione che riveste un ruolo primario insieme ad un allenamento personalizzato ed  un corretto stile di vita.

VALUTARE SEMPRE
LA SITUAZIONE

In una fase ad esempio nella quale si sente dolore ad una leggera pressione, con la zona che si presenta calda ed edematosa, eseguire allenamenti con sovraccarichi o  trattamenti estetici aggressivi ad esempio mediante rulli, aumentera’ l’infiammazione e l’edema interstiziale,  verranno richiamati i macròfagi e si favorira’ la formazione di fibrosi.

CONDIVIDI QUESTO CONTENUTO

Ecco alcuni risultati ottenuti
seguendo il programma specifico per migliorare la cellulite

Scopri tutte le altre foto di chi ha migliorato la cellulite
col metodo Nutriregola

Migliora la tua cellulite
col percorso personalizzato
del metodo Nutriregola!