STANCHEZZA
CRONICA

CATTIVA
QUALITA' DI VITA

La stanchezza costante e assenza di energia e’ uno dei sintomi più fastidiosi con il quale purtroppo spesso dobbiamo confrontarci.

In alcuni casi può pesare in modo significativo sulla qualità della vita fino a compromettere anche lo svolgimento di normali attività come la capacità di svolgere un lavoro o una semplice attività sportiva.

Svegliarsi stanchi al mattino e’ una sensazione che sperimentano spesso le persone che soffrono di insonnia o risvegli notturni, ma quando la stanchezza perdura per la maggior parte della giornata ed e’ presente nonostante una buona qualità del sonno, allora la causa spesso e’ da ricercare in una carenza di macronutrienti (malnutrizione) o molto piu ‘ frequentemente di micronutrienti.

SVEGLIARSI STANCHI AL MATTINO E' TIPICO CHI SOFFRE DI INSONNIA O RISVEGLI NOTTURNI

COSA SONO
I MACRONUTRIENTI

Per macronutrienti si intendono proteine, grassi, carboidrati, tra questi 3 nutrienti siamo molto spesso portati a pensare che quando abbiamo un deficit energetico siano gli zuccheri a mancare, ma se  invece  misurassimo la glicemia con un semplice glucometro ci renderemmo subito conto che la glicemia non e’ bassa e che la causa della nostra stanchezza e’ legata al deficit che ha il nostro organismo di trasformare grassi e zuccheri in ATP .

Il nostro corpo, infatti, utilizza per tutte le sue funzioni una molecola chiamata ATP anche se nel nostro immaginario per far funzionare la nostra “macchina” siamo portati a pensare che sia il glucosio contenuto nel cibo. Il problema e’ che se io non riesco a trasformare il cibo in energia(atp) continuerò indipendentemente dalla quantità di zuccheri che introdurrò a sentirmi ugualmente stanco.

Sono infatti i micronutrienti quali minerali e vitamine che permettono all’interno delle nostre “centrali elettriche” chiamate mitocondri di trasformare il glucosio in ATP.

MINERALI
E VITAMINE

Si potrebbe pensare di introdurre vitamine e minerali sotto forma di integratori come spesso ormai siamo soliti fare, ma a questo punto si pone un grosso problema non potendo sapere di quale vitamina o minerale io sono effettivamente carente che mi comporta un blocco, ad esempio, della produzione energetica.

La soluzione di integrare “a caso” oltre che inutilmente dispendioso da un punto di vista economico, potrebbe anche peggiorare la situazione facendo accumulare sostanze che poi potrebbero essere esse stesse un blocco.

PROFILO METABOLOMICO
PER DETERMINARE I BLOCCHI
DEL CICLO DI KREBS

Anche se si facessero le analisi ematochimiche di tutti i minerali e vitamine circolanti nel sangue, non si scoprirebbe comunque, perché quel tipo di analisi forniscono una misura confrontata ad un range di normalità rispetto alla media della popolazione, ma che e’ spesso completamente differente da quella di un soggetto che magari assume dei farmaci o fa tanto sport, oppure semplicemente perché’ ha delle condizioni patologiche che gli richiedono quantitativi di minerali e vitamine differenti che se non soddisfatte gli potrebbero comportare un blocco ad un determinato livello di produzione di energia (atp).

METODO NUTRIREGOLA
PER MIGLIORARE
LA STANCHEZZA CRONICA

Il programma The Flow Program del metodo Nutriregola si avvale invece dello studio del profilo metabolico, l’unico in grado di determinare con precisione eventuali blocchi nel ciclo di krebs e fornire le indicazioni per una integrazione personalizzata dei nutrienti risultati carenti dall’esame.

CONDIVIDI QUESTO CONTENUTO

Ritrova energia
con i percorsi personalizzati
del metodo Nutriregola!